sabato 18 luglio 2020

Vademecum per non fare errori negli affari

Alcuni suggerimenti per non sbagliare e non commettere errori quando stai intraprendendo un affare di qualsiasi natura.

- stare molto più attento all'occasione, è un fatto proporzionale, se sembra più vantaggioso un affare più grande potrà essere la fregatura, a tal proposito spesso e volentieri vale il detto che chi più spende meno spende;
- se l'affare inizia con un disguido e/o in partenza c'è già qualche intoppo lascia perdere da subito, proseguire un affare iniziato non nel migliore dei modi spesso ti porterà ad affrontare problemi sempre più seri; in tal senso se hai già versato un acconto, se hai già firmato un compromesso, se hai già firmato un accordo che prevede un impegno economico ma al tempo stesso c'è stato qualche disguido o qualcosa che non ti convince, valuta la perdita iniziale della caparra o dell'acconto/anticipo, non farti remore se non sei sicuro, meglio perdere dei soldi inizialmente piuttosto che cercare di portare avanti una trattativa fino alla conclusione già partita male in partenza, in questi casi al 90% ti ritroverai con maggiori perdite economiche; questa teoria è valida anche negli investimenti finanziari, se hai delle perdite ad esempio su un titolo azionario non è sempre buona cosa mediare ovvero comprare lo stesso titolo ad un prezzo più basso, il più delle volte questa tecnica ti porterà a maggiori perdite, non è una regola assoluta ma il più delle volte è così;
- non fidarti mai di nessuno, specialmente di te stesso quando fai affari;
- fai affari solo quando hai la mente lucida e possibilmente quando non hai altri problemi da affrontare;
- non avere fretta di concludere, mai, prenditi tempo, e non credere a chi ti dice che c'è un'altra persona interessata alla conclusione dello stesso affare, 9 volte su 10 è un'affermazione falsa per indurti a concludere in fretta ed a compiere degli errori;
- non essere superficiale nella trattativa, fai attenzione a tutto; non lasciare mai nulla per scontato, non avere paura di essere sgarbato se chiedi delucidazioni, è un tuo diritto sapere tutto e di più prima di concludere; molte persone sono molto educate, perbene, e per galateo e buone maniere non si permettono di fare domande che nel proprio modo di fare potrebbero essere equivoche e di vocazione malfidente, oppure che nel proprio modo di pensare potrebbero, secondo il proprio metro di giudizio, suscitare nella controparte un'offesa; ricorda che non tutte le persone sono oneste, molte persone potrebbero anche sembrarlo ma credere sulla fiducia o sulle tue soggettive impressioni sarà uno sbaglio enorme; stai investendo tempo e denaro pertanto non è sgarbato sollevare dubbi e/o rivolgere ogni tipo di domanda alla controparte, anzi ti osserveranno con professionalità e con attenzione e se c'è qualche inghippo se ne guarderanno bene dal non comunicartelo prima che tu lo scopra, quindi non siate avari con le domande e le richieste, non è assolutamente scortesia; di conseguenza se la controparte gira intorno alle tue domande senza dare una risposta concreta, se vedi titubanza fai attenzione perchè è probabile che vogliano nasconderti qualcosa;
- in linea generale anche se non sempre è fattibile, non fare affari con persone che non conosci minimamente o da cui non puoi avere referenze; questo accorgimento è proporzionale con l'importanza e la grandezza dell'investimento, è chiaro che c'è differenza dal concludere un affare immobiliare rispetto ad un affare di poche centinaia di euro, in linea generale in un affare immobiliare escludi ogni tipo di investimento se non conosci direttamente o almeno con delle referenze le persone che hai di fronte;
- fatti aiutare, chiedi consiglio ad almeno una persona di tua fiducia o a un famigliare prima di concludere qualsiasi tipo di contratto, quattro occhi funzionano meglio di due, e più ne hai meglio è; discutere e parlarne con persone che conosci potrebbero aprirti la mente e se hai delle persone che ti sono vicine potranno darti i giusti consigli; in controbattuta valuta anche i consigli delle persone che ti stanno intorno e ovviamente non prendere tutto alla lettera, pensa con la tua testa in primis ma parlarne con qualcuno comunque è di fondamentale importanza per ponderare ogni tipo di scelta;
- se la controparte è prepotente, arrogante, e ha un modo di fare che non ti piace interrompi immediatamente la trattativa;
- durante la trattativa se la controparte allude ad eventuali tuoi comportamenti non corretti è semplicemente perchè è lui stesso a tramare alle tue spalle;
- tendenzialmente non fare affare con determinate categorie di lavoratori, non è discriminazione ma alcune categorie di lavoro sono già predisposte a frodare seppur al confine con la legalità le persone.